VILLA GIULIA

17 febbraio 2020

LAGO MAGGIORE

VILLA GIULIA.jpg

I laghi sono la “cavia” dove guardare gli effetti dovuti essenzialmente alla prima conseguenza del cambiamento climatico cioè la differente distribuzione delle precipitazioni. Non tanto una variazione quantitativa delle stesse ma la diversa distribuzione durante l’anno. Meno precipitazioni e concentrate con violenza in brevi periodi andando a condizionare fortemente le aree lacustri e i territori adiacenti. 
Tanta acqua in poco tempo vuole dire zero acqua per lungo tempo, un alternarsi di periodi piovosi e asciutti alle quali il lago e le sponde reagiscono seguendo le leggi della fisica che implicano: saturazione del terreno, capacità erosiva maggiore, torbidità indotta e acqua particolarmente alta nei laghi, siccità, difficoltà per l’agricoltura con necessità di rilascio dai bacini lacustri e conseguente abbassamento del livello idrometrico. Considerando la semplice alternanza “alto basso” del livello del lago, dobbiamo registrare una serie di conseguenze “pesantissime” in ordine ad aspetti ecologici e territoriali che saranno oggetto dei due collegamenti di Verbania e di Como.


iL VIDEO COLLEGAMENTO sarà preceduto da un inquadramento del lago Maggiore dal punto di vista geologico, ecologico e da un intervento da parte dei ricercatori dell’Istituto per lo Studio degli Ecostistemi - C.N.R. ISE di Pallanza “I laghi come sentinelle dei cambiamenti climatici".

VUOI PARTECIPARE CON LA TUA CLASSE?

CLICCA L'IMMAGINE